Benvenuto su Opinione Irpina .citizen journalism and blog   Click to listen highlighted text! Benvenuto su Opinione Irpina .citizen journalism and blog Powered By GSpeech
Login

Consenso eventi di comunicazione

Non avevo dubbi.Più passano i giorni e più la città comprende, apprezza, condivide e decide di sostenerci.E si perché votare PIAZZA GRANDE significa essere Liberi.

Significa essere cittadini consapevoli che hanno a cuore il presente e il futuro di Atripalda.

NON si vota l'amico se non si condivide il suo percorso ma si rimane amici più di prima.

NON si vota il proprio capo, il datore di lavoro se l'idea di città che ha è diversa dalla nostra ma si rimane rispettosi.

NON si vota nemmeno il compagno di partito se il partito non c'è, ha fallito, si è diviso, ha tradito i tuoi ideali e sembra assecondare le ambizioni di uno o di pochi ma si rimane in quei partiti e si lavora per far rinascere il confronto politico.

NON si vota perché qualcuno ti ha fatto un "piacere", perché altrimenti quello non è un ‘piacere’, è uno scambio e persino un reato.

NON si vota perché ti hanno fatto una promessa, perché la stessa promessa la fanno ad altri 1000 e così hanno solo umiliato la tua intelligenza.

SI VOTA per avere una città dove tutti sono amici, dove il lavoro è rispettato come la propria dignità, dove la politica è il sale del confronto leale e sereno tra le parti, dove chi aiuta un conoscente lo fa per gentilezza, dove non si usa il bisogno degli altri per il proprio tornaconto. Ad Atripalda si può votare#PiazzaGrande #LaSperanzaPossibile

Domenica alle 11.30 in Piazza Umberto I terremo un pubblico incontro con la Città per spiegare perché è necessario che il voto sia libero e consapevole. Intanto stiamo incontrando –su loro e su nostro invito- associazioni, gruppi, comitati. Siamo sinceramente convinti che, con Piazza Grande, una nuova Atripalda è possibile.

Si comunica che il giorno 27 maggio 2017 alle ore 11,00, presso la Sala Consiliare del Comune di Mercogliano, avrà luogo la cerimonia di conferimento della Cittadinanza Onoraria a S.E. il  Prefetto Dott. Matteo Piantedosi.

Si ringrazia per l’ampia diffusione

Per raccontare bellezze e contraddizioni, luci e ombre, risorse e criticità di #Atripalda
 

Con trust i prevede l'assegnazione di tre premi intitolati ai fotografi Raffaele Troncone, Galante Colucci e Biagio Venezia, I premi saranno assegnati in base al numero dei "Mi Piace" raccolti dalle singole foto in concorso pubblicate sul web.

Nei prossimi gioni sarà comunicato un dettagliato programma di iniziative sui temi dell'urbanistica e dell'ambiente, sulla cultura e i giovani, sulla gestione del bilancio, sugli interventi di solidarietà sociale, con l'intervento di candidati ed esperti. Tali incontri definiscono le linee programmatiche e l'impegno amministrativo dei candidati della lista "Piazza Grande", guidata dal candidato sindaco dottoressa Nunzia Battista.

Pur non avendo stabili radici o voti personali nella realtà di Atripalda ho accettato l'invito, rivoltomi dal candidato Sindaco dottoressa Nunzia Battista, ad essere presente nella lista di Piazza Grande al fine di dare qualche contributo sulle tematiche riguardanti l'urbanistica, l'ambiente ed il ciclo integrato delle acque di quel paese. Del resto, nel momento in cui si parla sempre più frequentemente di “ Area Vasta “ e delle scelte urbanistiche fatte dal Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale che individua il sistema “Città di Abellinum“ (in cui sono presenti i comuni di Atripalda, Avellino, Capriglia, Grottolella, Manocalzati, Mercogliano, Monteforte , Montefredane, Prata Principato Ultra e Pratola Serra) sarebbe riduttivo affrontare tali problematiche in un'ottica tutta locale. E personalmente credo che lo sviluppo della città di Atripalda sia intimamente connesso all'adozione del PUC che in quel comune vive una fase di grandi ritardi. Nel lontano 2010 il Comune di Atripalda deliberava gli orientamenti programmatici da porre a base del redigendo PUC, nel 2014 i tecnici incaricati procedevano alla stesura degli elaborati della fase preliminare e nei primi giorni di aprile 2017 trasmettevano gli elaborati definitivi relativi al PUC e al Regolamento Edilizio Comunale. A pochi giorni dall'inizio della campagna elettorale con delibera di G.M. n. 66 del 20-04-2017 si prendeva atto della avvenuta predisposizione degli elaborati costituenti il PUC e si dava mandato agli uffici di avviare la consultazione delle organizzazioni sociali, culturali, economico-professionali, sindacali ed ambientaliste, e di procedere agli adempimenti necessari per il prosieguo dell’iter del PUC. E' evidente che per poter giudicare quegli elaborati – per ora noti solo alla Giunta - è necessaria la loro pubblicazione sull'Albo Pretorio Comunale, pubblicazione che di fatto ne certifica la validità. A distanza di circa un mese dalla delibera di Giunta gli elaborati non sono stati ancora resi pubblici ed evidentemente su tale tematica non può svilupparsi alcun dibattito tecnico o politico. Il coagularsi di forze così eterogenee, provenienti dal PD, dall'UDC e dal centro destra, che si ritrovano in maniera così confusa e “milazziana” nelle liste di “Scegliamo Atripalda” e “Noi Atripalda”, è stato determinato proprio dai grandi interessi economici che gravitano sul nuovo strumento urbanistico che deve essere portato al più presto all'attenzione dei cittadini atripaldesi.

Arch. Claudio Rossano

Saranno ufficialmente presentati domenica mattina, alle ore 11 e 00,i candidati della lista “Piazza Grande”, guidata dal candidato sindaco, dottoressa Nunzia Battista.

La manifestazione che si terrà in Piazza Umberto I (nell’area tra il monumento, la dogana dei grani ed il fiume Sabato) rappresenta la prima iniziativa pubblica di un gruppo motivato e coeso di donne ed uomini che mettono competenze professionali e coscienza civica al servizio di Atripalda.

Nunzia Battista, medico veterinario, impegnata nel volontariato sociale e nell'associazionismo cattolico, è sposata con l'architetto Francesco Ammaturo ed è madre di sei figli. Consigliere comunale uscente, sempre per la lista “Piazza Grande”, ha svolto in Consiglio Comunale una incisiva e coerente azione di proposta e di controllo amministrativo. I candidati che la sostengono vantano solide esperienze professionali e di impegno sociale e hanno tutte le competenze necessarie e tutte le qualità personali per assicurare una gestione efficace e trasparente della cosa pubblica. Quasi tutti I candidati sonoalla loro prima esperienza elettorale ed hanno un'età media di circa 45 anni.Il programma è essenziale, ma esplicito nelle cose da fare e da non fare. Per rendere Atripalda una città 'accogliente', pulita, nella quale ogni cittadino si possa sentire parte di una comunità coesa e solidale.

Altro che le strategie a tavolino degli Spagnuolo...contro: Paolo in difesa a raccontare un'altra storia di politiche verginità presunte ed un rinnovamento di reduci, che si realizza per...sottrazione; Geppino in tribuna, distratto e distante, con l'aria di chi neppure ci voleva venire, a raccontare un'altra storia di politiche verginità presunte ed un rinnovamento di reduci, che si realizza per...accumulazione.

Insomma, altro che due liste; quella degli Spagnuolo contro… è la stessa identica opzione: quella del listone unico "Noi... sciogliamo Atripalda".Di quando il sindaco era Spagnuolo, come l’assessore ai Lavori Pubblicie il vice sindaco era Tuccia tutti e tre oggi ufficialmente in conflitto.

Nunzia Battista è l’unica voce coerente in questa competizione elettorale e i candidati di “Piazza Grande”la sola vera novità.

Aria limpida in “Piazza Grande” con i candidati:

Antonella Albanese, ragioniera, responsabile amministrativo di società edile e di sevizio protezione e prevenzione;

Roberto Aquino, operatore sociosanitario, laureando in giurisprudenza;

Carmine Alviggi, pensionato, impegnato in attività di volontariato sociale;

Milena Bosco, mamma (appassionata), due lauree e dottorato di ricerca su Totò, bibliofila, artista e storica dell’arte;

Antonello Capone, primo fagotto del Teatro Verdi di Salernoedell'Orchestra Scarlatti di Napoli;

Luca Criscuoli, ambientalista ed altro, cantante e musicofilo, politico e opinionista;

Filomena De Simone, Ufficio eventi, Villa delle Ginestre presso Fondazione Ente Ville Vesuviane;

Carlo Di Benedetto, operaio;

Vincenzo Infante, pubblicitario;

Antonio La Sala, dottorando in “Economia e direzione delle Aziende Pubbliche”;

Oscar Lui, informatico, laureando in ingegneria informatica, neo papà (appassionato di fumetti e nuove tecnologie);

Diana Penza, analista chimico clinico, blogger;

Annalisa Perrone, barista banconista, animalista;

Claudio Rossano, architetto urbanista, esperto delle problematiche relative all’area vasta ed all’inquinamento delle acque;

Stefania Spina, commerciante, impegnata nell’ associazionismo cattolico e nel volontariato sociale;

Eliana Visilli, dottore commercialista, revisore dei conti, docente di economia aziendale.

Iscriviti alla Newsletter

Click to listen highlighted text! Powered By GSpeech