Benvenuto su Opinione Irpina .citizen journalism and blog   Click to listen highlighted text! Benvenuto su Opinione Irpina .citizen journalism and blog Powered By GSpeech
Login

Daniele G

22 anni dopo la strage di via D'Amelio nella quale furono uccisi il magistrato Paolo Borsellino ed i cinque agenti di scorta Emanuela Loi, Agostino Catalano, Eddie Walter Cosina, Vincenzo Li Muli e Claudio Traina, questo è un Paese ancora senza verità.

Non dimentichiamo e non smettiamo di cercare la verità.

 

E’ evidente come in molte realtà si sia tentato di screditare l’attività sindacale per smorzare l’ardore e dividere i lavoratori. E’ pur vero che il comportamento di molti ha alimentato giuste critiche perché l’organizzazione sindacale deve ricordare che prima di ogni cosa deve essere tutrice di legalità, di regolare e buon andamento dei luoghi di lavoro; altrimenti si finisce di tutelare i privilegi di pochi, divenendo schiavi di molti. Se poi si vuol abbandonare anche la funzione di controllore, passando dal compromesso all'essere compromessi, si può anche chiudere bottega.

Volendo analizzare la situazione italiana, credo che gli schieramenti in campo possano così riassumersi:

 

  • Forza Dinamica: composta da forze tutte tendenti al progressismo.
  • Forze Statica: composta da forze di resistenza alla ricerca di un instancabile equilibrio.
  • Forze Elastica: composta da forze sollecitate a tal punto da poter dar luogo solo ad un rigetto.


La prima è anche un po' la forza visionaria, della coscienza, dell’ideale, dell'illusione. Un'eterna minoranza indispensabile per il Paese.
La seconda, a torto o ragione, lotta per l'autoconservazione, per difendere un sistema in cui crede o che gli confà. Ad oggi può solo limitare i danni che l'indolenza di buona parte di essa ha provocato a se stessa e al Paese.
La terza è scomposta, disordinata, diversificata ed impreparata ma autoreferenziale. Si ciba delle paure e  della rabbia. Il caos che si fa governo.
La terza forza ha probabilmente già vinto. L’Italia ripartirà da questo risultato. La Forze Elastica fatalmente si trasformerà poi in Forza Esplosiva. E l’Italia ne subirà l’onda d’urto.
Speriamo che nel frattempo ne sia uscito qualcosa di positivo.

22 anni: ancora vergogne, ipocrisie e silenzi di Stato...ma non si può dimenticare. Ancora!

 


Trattiamo l'argomento in un modo soft: lascia perplessi applicare il cosiddetto "riequilibrio delle rappresentanze di genere" (votare sulla stessa scheda elettorale per due candidati della lista, una donna e un uomo; se si votano due persone dello stesso sesso, la seconda preferenza viene annullata) senza un criterio di “rappresentanza di genere obbligatoria” (norme per garantire la presenza femminile nelle liste elettorali): si rischia un dirottamento di preferenze verso candidati che con molta probabilità non sarebbero stati scelti in un sistema con meno forzature.

#MTxGM

Iscriviti alla Newsletter

Click to listen highlighted text! Powered By GSpeech