Benvenuto su Opinione Irpina .citizen journalism and blog   Click to listen highlighted text! Benvenuto su Opinione Irpina .citizen journalism and blog Powered By GSpeech
Login

Consenso eventi di comunicazione

raffaele la sala

Sia un 25 aprile di riconciliazione intorno ai valori della democrazia e della pace.

Pubblico una inedita pagina di diario di Antonio A., muratore di Atripalda, internato in un campo di concentramento tedesco.

Li 4 - 4 - 45

 

Giorno questo intimenticabile che mai dimentichero’ dopo una notte calmissima appare l’alba piovosa ci troviamo circontati dalla cosidetta guardia del popolo che ci tengono chiusi fino alle ore 3 del giorno 4 verso le 3 e 5 i tedeschi civili ci annunciano che i primi 6 apparecchi a bassa cuota e poi irrompono i primi carri armati nel paese appena visto il primo carro armato le guardie che ci tencono chiusi sono stati travolti sotto il cangello e una fiumana di donne e uomini si sono riversati in istrada aplaudire i primi americani sopra i carri armati per noi,il cuore usciva dal petto nel gridare viva l’america alcune salve per il nostro badoglio una camionetta con due soldati un caporal maggiore e un soldato sono venuti i primi davanti al municipio le guardie ci hanno consegnate le pistole e allora il nostro battimano il nostro viva il nostro entusiasmo non ha avuto piu limite aplaudire aplaudire, e stringere la mano a quei due era per noi un grante onore adesso per me non posso piu scrivere perche non sono ne un poeta e ne uno scrittore cerchero di adattarmi alla meglio e far legere ai miei queste emozionante righe i soliti gentili saluti ai miei cari, mille cari baci alla mia pierina che credo quanto prima vedro’ e circontero di amore A. Antonio

http://raffaelelasala.splinder.com/

Ho incontrato l'altra sera un giovane amico, brillantemente laureato, della mia città. Ha partecipato ad una caterva di concorsi 'veri' ed alcuni li ha brillantemente superati, ed è utilmente collocato in graduatoria ed aspetta...da un paio d'anni. Abbiamo parlato del più e del meno -come si dice. E nelle sue parole ho percepito delusione ed amarezza.

Nella congiuntura di un'economia fragile, e di sempre nuove e ricorrenti sciagure, nelle angustie di un tessuto produttivo sfibrato, nella crisi occupazionale che si fa sempre più crudele (al sud e al nord, e che annuncia 25 milioni di disoccupati nei paesi dell'OCSE, nei prossimi due anni e che in Irpinia sgrana il triste rosario di aziende in cassa integrazione o avviate al fallimento...Fma,Tecnostampi, Piacenza trasporti, Stamperia Irpina e tutta la ragnatela dell'indotto Fiat) facciamo appello al Governo Berlusconi, ai Presidenti del Senato e della Camera, alla classe politica parlamentare e regionale perché adotti tutte le iniziative volte a restituire fiducia, dignità e speranza a chi reclama il diritto al lavoro ed a chi, avendo sottoscritto un patto con lo Stato, chiede rispetto e giustizia.

La speranza di riscatto civile, che come "Popolo della Libertà" siamo impegnati a realizzare, passa anche attraverso il riconoscimento del merito e non può trascurare la muta dignità di chi ha fiducia nelle Istituzioni, nello Stato, nell'Italia, e non deve essere tradito. Prima che sia troppo tardi.

Iscriviti alla Newsletter

Click to listen highlighted text! Powered By GSpeech